Italský umělec

Luigi da Rios Žánr malíř

Pin
Send
Share
Send
Send



Luigi da Rios (1843 - únor, 1892) byl italský malíř born. Narodil se v Ceneda, Vittorio Veneto. Byl žákem na Akademii výtvarných umění v Benátkách, kde získal řadu ocenění. Nucený do exilu, aby se vyhnul odvodu do rakouských armád, uprchl do Florencie v květnu 1866. S koncem konfliktu se vrátil do Benátek a začal malovat portréty, žánry a historické předměty. Vystavoval často v letech 1867-1882 na každoročních výstavách benátského Promotrice di Belle Arti.
  • Una cameriera;
  • Torquato Tasso;
  • Raffaello e la Fornarina;
  • Le donne al pozzo (získal první cenu v roce 1872 na Regionální výstavě v Trevisu);
  • Le analfabete (negramotný);
  • L'orfanella;
  • Una calle a Venezia;
  • Dopo la messa;
  • Dopo il lavoro;
  • a Lettura.
On také vystavoval v 1881 u Milano, 1887 u Benátek, a u královské akademie Londýna.
Maloval fresky pro Villa Bisacco-Palazzi v Chirignago (1864), ve Villa Visconti di Modrone na jezeře Como (1866) a ve farním kostele Chirignago (1878).
Byl jmenován akademikem zásluh na benátské akademii a členem Společnosti akvarelů v Bruselu. Zemřel v Benátkách v roce 1892. | © Wikipedia
















Da Rios, Luigi - Figlio di Domenico, nacque a Ceneda, Itálie Vittorio Veneto (provincie di Treviso), nel 1844. Dopo aver Častato giovanissimo una bottega da falegname, a iscrisse all'accademia di belle arti di Venezia all'età di quindici anni. Attraverso gli Atti dell'accademia è possibile ricostruire i numerosi premi, medaglie, "přístup"ot 1829 e il 1864 in quasi tutti gli insegnamenti nabídka pro dall'accademia stessa. l'unione del Veneto al Regno d'Italia (ottobre 1866), trasferendosi per breve tempo a Milano e sul lago di Como za každou cenu, kterou jste si vybrali ve Visconti di Modrone. V ante a dedicò anche alla ritrattistica, ma si specializuje v seguito di genge di soggetto popolare veneziano. Partecipò assiduamente all mostre annuali della Società veneta promotrice di belle arti esponendo numerosi dipinti:
  • nel 1867 - Testa di fanciulla;
  • nel 1868 - La visita alle tombe;
  • nel 1869 - Una cameriera;
  • nel 1870 - Un ricordo dell'estinto, e Torquato Tasso;
  • nel 1871 - Raffaello e la Fornarina;
  • nel 1872 - Pia de 'Tolomei, Due pezzenti, Un ponte a Venezia;
  • nel 1873 - Una lettera in cattive mani, Le donne al pozzo - che ottenne il primo premio all'Esposizione regionale veneta di Treviso, 1872, Le analfabete, L'orfanella, Una calle a Venezia, Nell'Alpago dopo il tramonto;
  • nel 1874 - Dopo la messa, Dopo il lavoro, Il custode della casa di Dio;
  • nel 1875 - Una magra colazione;
  • nel 1878 - Cossa gastu fato ?, Un virtuoso del secolo scorso;
  • nel 1879 - Studiosa, Lettura; e nel 1881, Una chioggiotta.
Nello stesso anno vendette un acquarello, La ricreazione, alla Società Donatello (Memorie…, 1884). Nadmořská výška:
  • Veronica Franco rifiuta i doni inviati da Enrico III;
  • Il Carnevale di Venezia, Spojené státy americké, Itálie Mapa města Milano;
  • Venere (1877);
  • Una fondamenta (1879);
  • Le orfanelle (1881);
  • Primavera (1882);
  • La tombola, I colombi di piazza S. Marco, Le curiose (1883-84);
  • Výdaje na stránky, Il papà ritorna (1889).
Partecipò alle Esposizioni nazionali di Milano del 1881 (con Tentazioni in casa di Dio e Fondamenta a Venezia), e di Venezia, del 1887, con Il papà non viene.A quell'epoca abitava a Venezia, ai Carmini (L'Esposizione nazionale artistica illustrata, 1887) .Ne suo Ritratto di Umberto I, già segnalato presso la prefettura di Venezia (Comanducci, 1934), è ora irreperibile; a conservano, invece, i suoi affreschi nella vila Bisacco-Palazzi di Chirignago (Venezia) del 1864, con epizodi di ambientazione settecentesca, významy předčasného obnovení neo tiepolesco: Cantastorie, Ciarlatano, Indovino, Cavadenti, Giochi di putti. -Palazzi (1865), ed un Ritratto di giovane (1876) .Nella chiesa parrocchiale di Chirignago afrescò soffitto e pareti nel 1878: Predica del Battista, Vergine con le virtù teologali, S. Giorgio, S. Francesco di Sales, Il S. Cuore appare a s. Maria Margherita Alacoque (firmato), Pio IX, gli Evangelisti e Padreterno.Fu accademico di merito all'Accademia di belle di Venezia e membro della Società degli acquarellisti di Bruxelles; espose pure all'Accademia reale di Londra.Il da Rios morì nel febbraio 1892. | © Treccani



Pin
Send
Share
Send
Send